lunedì 16 novembre 2015

Forse non ci resta che attendere..

Molte cose sono state dette,
molte altre scritte,
tante le parole e le frasi di cordoglio..
..voglio esprimere anche la mia, personale, emozione riguardo agli eventi degli ultimi giorni:
una morte non è diversa dalle altre,
è dolorosa e penosa di per sè,
che si tratti di uomini o donne, 
vecchi o giovani, 
francesi o arabi.
Devastante è, invece, il motivo per cui è avvenuta la morte dei fratelli e delle sorelle del mondo, 
dei ragazzi e delle ragazze francesi e kenyoti che hanno dilaniato la normalità, 
la quotidianità di tutti noi,
in un weekend di un novembre qualunque, 
in quello che verrà ricordato nelle pagine di storia come 
L'11 settembre francese e la strage delle decapitazioni
Il dolore con il tempo svanirà, 
il ricordo rimarrà come una cicatrice rimarginata,
nulla di quanto è successo è servito, 
se non a fomentare un unico sentimento:
l'odio.
Gli uomini rimangono tali: non possono sostituirsi a Dio e decidere il bene e il male.

Ho passato ore e giorni della mia vita ad interrogarmi sull'esistenza di un mondo trascendentale, sulla presenza e sulla prova dell'esistenza divina; ho interrogato persone di religione diversa, con l'intento di trovare un fondo comune.
Beh l'ho trovato. 
Anche se sembra assurdo, per certi versi, il filo conduttore delle religioni del mondo è la pace, la serenità con sè stessi e con Dio (o gli Dei). 
I testimoni di Geova credono che Dio, Geova, stia aspettando il momento giusto per stabilire il proprio regno sulla Terra. Geova scenderà per creare il Nuovo Mondo, sconfiggere Satana definitivamente e cancellare il male, la corruzione e le persone che non lo amano profondamente (come Padre e Mentore per una vita perfetta, piena d'amore e armonia) nel giorno del Giudizio. 
Confesso che molte volte mi sono messa a pregare, 
con la speranza che quel giorno fosse stato quello successivo, 
con la speranza di svegliarmi e trovare un mondo di pace, in armonia e serenità, con abbondanza per tutti, benessere e poche preoccupazioni. 
Ogni volta aprendo gli occhi, invece, ho visto disperazione, guerra, atrocità, morti, negatività, ingiustizie. 

Allora mi interrogo sui principi che i miei genitori hanno sempre cercato di insegnarmi, 
sul rispetto e l'amore che ricevo e restituisco ogni giorno al mio fidanzato, 
su come sia splendido il mondo in cui viviamo 
e su quanto, per forza di cose, il Nostro Dio (che sia Geova, Allah, Dieu, Ar-Rahmân, Al-Bâqî o tutti gli dei delle religioni pagane) ci ami profondamente e ci permetta di assaporare le più varie sfaccettature del mondo, anche quelle brutte.

Forse non ci resta che attendere..
 ..che qualcuno lassù faccia il primo passo.


Many things have been said,
many other writings,
many words and phrases of condolence ..
..voglio also express my personal, emotion about the events of the last days:
death is no different from the others,
is painful and distressing in itself,
whether it's men or women,
old or young,
French or Arabic.
Devastating is, however, why the death occurred of the brothers and sisters of the world,
boys and girls in France and Kenyans that ravaged the norm,
the daily life of all of us,
in a weekend of Nov. any,
in what will be remembered in the pages of history as

    
On September 11, the French and the massacre of beheadings
The pain will fade with time,
the memory will remain as a scar healed,
nothing of what has happened is served,
if not to stir up the same feeling:
hatred.
The men remain so: they can not replace God and decide good and evil.

I spent hours and days of my life to question the existence of a transcendental world, the existence and proof of the existence of God; I interviewed people of different religions, with the intent of finding a mutual fund.
Well I found it.
Although it seems absurd, in some ways, the theme of world religions is peace, peace with themselves and with God (or the gods).
Jehovah's Witnesses believe that God, Jehovah, is waiting for the right time to establish his kingdom on Earth. Jehovah will come down to create the New World, defeat Satan and finally erase the evil, corruption and people who do not love him deeply (as Father and Mentor for a perfect life, full of love and harmony) at the Judgment.
I confess that many times I started to pray,
with the hope that that day was the next,
hoping to wake up and find a world of peace, harmony and serenity, with plenty for all, welfare and few worries.
Whenever opening his eyes, however, I have seen despair, war, atrocities, dead, negativity, injustices.

So I question the principles that my parents have always tried to teach me,
the respect and the love that I receive and I return every day to my boyfriend,
how wonderful the world we live in
and how, inevitably, Our God (who is Jehovah, Allah, Dieu, Ar-Rahman, Al-Baqi or all of the pagan religions) loves us deeply and let us enjoy the most varied facets of the world even those nasty.

Maybe we just have to wait ..

 
..that someone up there to take the first step.
Elena M.




martedì 3 novembre 2015

Quella dannata cuffia blu

Ogni tanto mi soffermo a parsarci,
sai..
a quel tuo sguardo dolce nascosto dietro le lenti
alle tue mani scure e consumate,
troppo grosse per essere afferrate da quelle sottili di una bambina.

Ogni tanto mi soffermo a parsarci,
sai..
a quella tua cuffia blu logora dal tempo
alle tue cravatte strette e tutte uguali,
che hanno fatto cambiare stile di vita a molti ragazzi.

Si,
mi soffermo a pensare a te
molto più di quanto immagini,
pur avendoti tutti i giorni sotto gli occhi.

Ogni tanto mi soffermo a parsarci,
sai..
a quel tuo modo di vedere la vita
ai tuoi pensieri profondi,
frasi, ricordi, stralci di una sera qualunque.

Ogni tanto mi soffermo a parsarci,
sai..
a quel sottile ed enorme legame che inevitabilmente ci lega,
alle nostre risate senza senso,
sguardi, parole, grida inutili.

La realtà è che..
 
Ho paura di perdere tutto questo, un giorno, e ritrovarmi senza di te
rimpiangere, voler saltare indietro nel tempo.
Ho paura che sarà troppo tardi e non potrò più rivedere quella dannata cuffia
o quel fazzoletto di stoffa che tante volte ti ho chiesto.

Ogni tanto mi soffermo a parsarci,
sai..
..ma tu sei con me.
 
Elena M.




MI HANNO DETTO CHE GLI UNICORNI NON ESISTONO

Carlotta è seduta su una panchina della stazione..quella ragazza dai capelli verdi, blu e rossi, dal rossetto rosso scuro e un piercing che ...