mercoledì 23 settembre 2015

Tu

Tu: dolce petalo di rosa,
mi hai reso scrigno dorato dei sogni ormai sfumati,
delle speranze svanite nella nebbia,
in una vita che ha saputo essere crudele con te,
fin dal principio,
come non lo è mai stata con me.

Tu: gocciolina d'acqua in balia della gravità
mi hai reso scatola delle tue memorie,
dei graffi e dei lividi che ti porti stampati sul cuore,
marchio indelebile della tua infanzia,
testimonianza di un mondo più grande di te
che non ha saputo farti emergere dal buio.

Tu: fulmine nella notte,
mi hai reso simbolo del tuo riscatto,
della voglia di non affondare,
del disiderio di cancellare ciò che è stato
sentendo lontani quei momenti:

Il vuoto,
il rumore del legno che scricchiola,
le grida squillanti di una madre,
la senzazione umida delle lacrime
su quelle guance ancora troppo lisce per essere quelle di un uomo.

Ormai sono lontani,
al sicuro dentro di me,
ora puoi sentirti libero di aprire le ali
di volare libero
puro..
                  ..senti il rumore della pioggia.

Elena M.

foto da: new_beauty/make_up_
 Con una dedica speciale ad una persona meravigliosa.
With a special dedication to a wonderful person.

Elena M.

MI HANNO DETTO CHE GLI UNICORNI NON ESISTONO

Carlotta è seduta su una panchina della stazione..quella ragazza dai capelli verdi, blu e rossi, dal rossetto rosso scuro e un piercing che ...