domenica 22 marzo 2015

Nonna-Grandma

 Ti ho vista arrivare da lontano

con la  tua camminata lenta,

piccoli passi di una vita  piena di fatiche:

l'andamento di chi ha subito il lavoro nei campi

con la schiena spezzata.



Ora ti ho qui:

solchi profondi che incidono la pelle

ormai fine

le mani consumate  dagli anni che ti porti dietro

ormai troppi.



Cerco nei tuoi occhi opachi,

l'amore rassicurante che vi ho sempre trovato,



quando ingenua tiravo un lembo del tuo grembiule,

pretendendo ti chinassi

nonostante gli anni.



Ti prendevo il viso morbido

tra le manine per baciarlo;

ora è disteso e rilassato

ma mi ricorda quanto sia stato inestimabile

il valore di quei momenti.



Li passavo sotto il tavolo della cucina

a sentirti parlare allegramente

seguendo la musica della radio:

rimpiango ogni tanto i suoni soffusi di quella radio,

vorrei che il tempo si riavvolgesse.



Vorrei rivivere ancora una volta

la gioia di vederti sorridere,

seduta su quella sedia dai cuscini profumati dal tempo,

che mi guardi

pensandomi come ad un fiore appena sbocciato.

Elena M.



Ho passato una piacevole giornata con mia nonna, cosa che putroppo capita raramente.
Accade in questi casi di fermarsi, all'improvviso, per riflettere: ti diventano allora ben chiare quali sono le cose importanti della vita, l'amore prima di tutto.
Sento di dovere molti "grazie", a tante persone, una ceramente è lei.
Quandi grazie nonna.

I spent a pleasant day with my grandmother, which unfortunately rarely happens.
In these cases, stopping suddenly to reflect: It become clear what are the important things in life, love first.
Ifell Iowe many "thanks" to many people, one certainly is her.
So thank you nonna Ina.

domenica 15 marzo 2015

il treno rosso - Red Train

Quanti desideri porta quel treno,
quante speranze,
quanti sogni perduti
o forse no
tra i vapori,
dissolti come il fumo del carbone bruciato.
Volti stanchi,
dai finestrini del treno rosso
occhi grandi, a volte chiusi
ad aspettar la meta
per raggiungere chissà cosa,
chissà chi.
La storia si fonde:
ogni passeggero non è più un individuo
ma parte di un istante condiviso,
in quell' unico
breve
momento.
Quante di queste storie sono comuni,
quante distanti
in quella singola tratta,
monotona
cadenzata
anonima.
Lo seguo con lo sguardo
immerso
nel verde,
a ridosso di uno specchio d'acqua
in mezzo al nulla
e la domanda è sempre la stessa:

dove condurrà il treno rosso?
dove ci porterà la vita?
Elena M.


Ogni tanto mi soffermo sulle gradevoli visioni di un dettaglio. Molte volte mi sorprendo a viaggiare con la fantasia proprio su quel piccolo, quasi insignificante dettaglio, esattamente come è accaduto nel caso del treno rosso, metafora della vita.

Sometimes I dwell on pleasant visions of a detail. Many times I find myself traveling with imagination on that very small, almost insignificant detail, exactly as happened in the case of the red train, a metaphor of life.
Elena M.

venerdì 6 marzo 2015

Onori e allori agli autori


Voglio ringraziare pubblicamente Umberto Badessa, che con la sua passione e la sua sensibilità ha dato vita ad alcuni dei miei testi e di AEpstain. Allora vi invito a curiosare tra i link di seguito! Un ringraziamento pubblico era dovuto, non chè molto sentito. 

I want to publicly thank Umberto Badessa, who with his passion and his sensibility has given birth to some of my texts and AEpstain. Then I invite you to browse the links below! A public Thanksgiving was due and so much heard. 



Grazie Elena M.

Cose che fanno riflettere..

Qualche giorno fa pensavo, sdraiata sulla mia nuvola felice, a quando ero piccola  quando ero sicura che da grande avrei sposato il mio...